lunedì 30 luglio 2012

Pattinson

Ci sono cose che non ci si aspetterebbe mai accadessero come, ad esempio, Luca Giurato campione olimpico di scioglilingua, Buddy de "Il boss delle torte" che cucina un ciambellone, Manuela Arcuri che recita, la Marcuzzi stitica, la Minetti vergine o io che rinnego Giovanni Dio-ti-benedica Rana.



Eppure, alle volte, cose che ci sembrano impensabili accadono: "Pasa a Fastweb!" ci dice, battendosi fiero il taschino, George Clooney ricordandoci che sì, più in basso di stare con la Canalis si può;
succede pure che Renzo Bossi si laurei in Economia facendo 29 esami in un anno e mezzo in lingua albanese e perchè no, un presidente del consiglio che, con buona pace sua e nostra, dovrebbe stare già da un pò, vista l'età, accampato a Villa Arzilla a mangiare Pan Bauletto e Nonno Nanni, può decidere di patrocinare attività preagonsitiche femminili quali le gare di burlesque, manco fosse la Von Teese.


E così ecco la cosa che nessuno, me compreso, si aspettava: ho deciso di scrivere a Robert Pattinson.

Ebbene sì, se il nonno di Andrea Montovoli può scrivere alla redazione di DiPiù per dire che non vede l'ora che il nipote gli presenti Emma Marrone (ho frequentato molte sale d'attesa ultimamente), io posso impugnare penna e calamaio e mandare questa missiva a Pattinson e, tenendo conto che a 10 anni ho spedito una cartolina a mia nonna all'indirizzo 'una traversa di Viale Parioli' ed è giunta a destinazione, ci sono buone possibilità che 'questa mia' gli arrivi pure.


E allora comincio:

Caro Robert Pattinson,

con te voglio essere sincero fin da subito: fosse stato per me, le nostre strade non si sarebbero MAI incrociate come Di Pietro e il congiuntivo.
Quando Lord Voldemort ti ha ucciso ne "Il calice di fuoco" , se devo proprio dirla tutta, non mi è dispiaciuto affatto, anzi ho pensato che, nel tuo caso, morire sia stato preferibile visto quanto fosse brutta Cho Chang.

Avrei ignorato, perdonami, ben volentieri i tuoi trascorsi da vampiro in Twilight se non fosse stato per la ragazza con cui stavo all'epoca dell'uscita del film che, qualora non l'avessi portata al cinema a vederti, minacciò che stringerle la mano sarebbe stata la cosa più erotica che avrei fatto con lei da lì all'eternità.

Scusa se al tuo: "Noi vampiri luccichiamo al sole" ho pensato per un attimo di far saltare in aria il cinema come i turchi col Partenone anche se, converrai con me, la scena dello scontro finale con tanto di rimessa in posa del parquet stile fai-da-te del Leroy Merlin, era per stomaci forti!

Forse porti pure un pò sfiga visto che, poco dopo, sono tornato single ma temo che ad incrinare il rapporto sia stata la mia risposta al suo:
"Ti è piaciuto il film?"
ed io: "Si, abbastanza... è tipo la trasposizione cinematografica di Buffy, no?"

Ma non è per questo che ti scrivo e neanche perchè devo smaltire il troppo caffè zero che mi tiene ancora sveglio.

Ti scrivo per dirti GRAZIE!
Grazie, perchè  facendoti sparare un cornino dalla tua Kristen,  finalmente hai fatto capire al mondo che non solo gli uomini tradiscono!

Se la Santarelli ha unito tutto il genere femminile mostrando una smagliatura spessa come un pelo pubico, tu, nella versione cervo a Primavera, dimostri che pure i sex symbol, osannati dalle ragazze di tutto il mondo, in fin dei conti, sono soggetti alle sventure di noi comuni uomini mortali!

Grazie, infine, perchè hai messo a nudo quello che tutti noi uomini sappiamo, molto in fondo, di essere: dei cretini!
Eh si, Rob (posso chiamarti cosi?), è la verità!
Ma guardati: tu che avresti potuto, inciampandoci sopra, fidanzarti con una Olsen, rimorchiare ad una cerimonia di circoncisione l'ebrea Mila Kunis, consolare per il matrimonio fallito, facendo la spola dall'una all'altra, Katy Perry e Demi Moore, tu, che hai il potere sugli ormoni di milioni di donne come nemmeno Persona, l'anticoncezionale femminile, che fai? Ti metti con questa Kristen, una che ha la gioia di vivere della Vezzali che si vede sfumare la medaglia d'oro alle Olimpiadi, la profondità di una sceneggiatura di Moccia, il carisma di Barbara di "Paint your Life" ed è sexy come la Pellegrini che fa stretching nella pubblicità dei Pavesini...

E mentre lei si scusa con un comunicato stampa che ha la credibilità delle proposte di legge della Carfagna, tu che fai? Raggiungi la Hilton ad Ibiza per dare il cambio a Balotelli? Ti accordi con Corona per vendicarti con una finta paparazzata?...NO! Tu fai i bagagli col cuore pieno d'angoscia come un gieffino qualunque che è stato mandato al televoto...
Soffro, ti giuro, ad immaginarti solo nella tua baretta di velluto rosso mentre, stringendo il cuscino, canti straziato 'Bella' stronza del grande Masini..

Daje Rob, sono con te!
Se ti serve qualcosa chessò un pettine, del sole, un piatto di 4 Salti io ci sono eh!

Per salutarti, voglio chiudere questa mia missiva con una perla di saggezza prima che George Leonard me la rubi: alla categoria di noi uomini giova più uno come te, Pattinson, che 100 Di Martino!



3 commenti:

  1. Non ci posso credere che hai mandato una cartolina scrivendo "una traversa di viale Parioli" ! Grande!

    RispondiElimina